Zoom Fotografico con la NASA

Digressione No Comments

Giochiamo con la NASA….

cliccate su ciascuna di queste immagini, verrete portati sul sito ufficiale della NASA dove vedrete le foto originali della missione spaziale STS-88 del 1998, sulle quali potrete fare lo zoom sull’oggetto che qui si intravede soltanto… il BLACK KNIGHT (“Cavaliere Nero”)

Image display

Image display

CONTINUA A LEGGERE

Auguri al PINGUINO !

No Comments

14 Marzo 1994 nasce LINUXÂ

Il 14 marzo 1994, il 16° livello di patch del kernel 0.99 diventa Linux 1.0 e viene presentato ufficialmente presso l’Università di Helsinki, anche se, nel frattempo, il suo utilizzo è già iniziato grazie all’integrazione con il progetto GNU. Inizialmente viene supportata solo l’architettura i386.

image6Inizialmente, Linux (il sistema operativo basato sul kernel programmato da Torvalds) per girare utilizzava, oltre al kernel di Torvalds, l’userspace di Minix. Successivamente, Linus decise di rendere il sistema indipendente da Minix, anche perchĂ© non ne gradiva la licenza che lo rendeva liberamente utilizzabile solo a fini didattici, e decise, quindi, di sostituire quella parte del sistema operativo col software del progetto GNU. Per fare ciò, Torvalds cambiò la licenza e adottò la GPL, che tra l’altro considerava buona per il suo sistema operativo a prescindere dal software GNU stesso.

Il Progetto GNU (GNU is Not Unix) nasce ben prima di Linux, nel lontano 1984, sulla base di una specifica filosofia “aperta” descritta nello GNU Manifesto in cui viene stabilito l’obiettivo di sviluppare un sistema libero simile a Unix e chiamato GNU. Ad annunciare il progetto è Richard Stallman del MIT.

image4

CONTINUA A LEGGERE

Categories: News da Web, Storia Tags: Tag:, , , ,

25 anni fa…

No Comments

Alla sua morte Falcone disse:”ora possiamo aspettarci di tutto” come a dichiarare che la guerra tra Stato e Mafia era iniziata con l’esecuzione del suo mediatore.

Vicesindaco di Palermo dal 1956 al 1958 e primo cittadino del capoluogo siciliano dal 1959 al 1963 e poi dal 1965 al 1968.

La sua fine fu violenta: il 12 marzo del 1992, mentre stava per recarsi a lavoro dalla sua villa di Mondello a bordo di un’auto civile guidata da un docente universitario, Alfredo Li Vecchi, con un suo collaboratore ed assessore provinciale, Luigi Rocco, un commando con alla testa due uomini in motocicletta sparò alcuni colpi di arma da fuoco contro la vettura bloccandola. Gli altri occupanti del mezzo non furono stranamente presi di mira dagli assassini che, contrariamente all’abitudine, non distrussero nemmeno la moto impiegata per il delitto. Mentre Lima scendeva dall’auto cercando di mettersi in salvo venne raggiunto dai killer e ucciso a colpi di pistola.

CONTINUA A LEGGERE

IL TEMPO DI CAINO: 1999 – 2017

No Comments

SARA’ QUESTO IL TEMPO DI CAINO

TERESA NEUMANN: “LA GRANDE PIAGA SI APRIRA’ NEL 1999 E SANGUINERA’ PER DICIOTTO ANNI … SARA’ QUESTO IL TEMPO DI CAINO” (1999-2017)

Che ci si creda o meno, leggete la biografia di questa mistica cattolica tedesca: https://it.wikipedia.org/wiki/Teresa_Neumann

Image result for teresa neumannQuando Pio XII concluse il suo cammino terrestre, nel 1958 venne chiesto a Teresa Neumann chi sarebbe salito al trono pontificio. E lei, dopo una breve meditazione disse:

“Sul trono di Pietro siederĂ  l’angelo proveniente dal mare. PorterĂ  il nome di un papa che non fu papa e regnerĂ  oltre il mio tempo”.

La profezia si rivelò esatta, in modo impressionante. Venne eletto difatti il cardinale Angelo Roncalli, proveniente da Venezia (l’angelo proveniente dal mare). Il nuovo pontefice assunse il nome di Giovanni XXIII. Nel 1410 fu il cardinale Cossa che, dopo essersi fatto eleggere, assunse il nome di Giovanni XXIII. Ma le elezioni non erano state una libera scelta, tanto che cinque anni dopo venne dichiarato decaduto e condannato per simonia, Papa Roncalli scelse pertanto il nome di un papa che non fu papa. E il suo pontificato andò oltre il tempo terreno di Teresa. Questa morì difatti nel 1962, mentre Giovanni XXIII concluse il pontificato nel 1963.

Nel 1959 Teresa disse testualmente: “Fra dieci anni, o poco piĂą, l’uomo guarderĂ  la Terra dalla Luna”.

E nel 1969, Armstrong, il primo astronauta della storia, scese sulla luna. E, come aveva profetizzato la Veggente, “guardò il pianeta Terra, dal suo satellite”. Durante una sua estasi, “vide” anche l’attentato a Giovanni Paolo II: “Ho visto il Santo Padre con le vesti macchiate di sangue, esclamò un giorno. L’ho visto su una piazza gremita di gente… Ho sentito gridare e ho sentito il rumore di un’autovettura che si stava allontanando”
E così avvenne in quel fatidico 1981, quando Ali Agca sparò in piazza San Pietro al pontefice. CONTINUA A LEGGERE

TRUMP – PUTIN si “trollano” a vicenda

No Comments

Trump-Putin: dal “Grande affare” allo spettro della Guerra fredda

Sembrava tutto pronto per un grande accordo che prevedeva l’annullamento delle sanzioni contro la Russia, in cambio di un appoggio russo nella lotta contro il terrorismo islamico.

 

Mosca (AsiaNews) – Sembrava tutto pronto per il “Grande Affare”, e invece di colpo pare che il gioco ritorni a capo, alla Guerra Fredda. Dopo un’infinita spy-story di accordi segreti tra il neo-eletto presidente Trump e l’eterno presidente Putin, che ha portato alle dimissioni del consigliere americano alla sicurezza Michel Flynn e sta mettendo a rischio perfino la carica del procuratore generale Jeff Sessions, uomo-chiave della squadra di Donald Trump, negli ultimi giorni pare che tutto sia stato rimesso in discussione. Fino a minacciare un’escalation bellica tra le due superpotenze del ventesimo secolo.

Le dichiarazioni di Trump sulla necessità di “reazioni più forti” all’annessione della Crimea da parte della Russia, e perfino di una possibile revisione dell’Accordo del 2010 sulle armi strategiche, hanno gettato nello sconforto gli osservatori di tutto il mondo. Sembrava infatti tutto pronto per un grande accordo che prevedeva l’annullamento delle sanzioni contro la Russia, in cambio di un appoggio russo nella lotta contro il terrorismo islamico. Era il “grande affare” che doveva garantire, se non proprio la pace del mondo, almeno la sicurezza dell’America e il controllo della Russia sull’Ucraina e sul Medio Oriente.

La nuova “guerra fredda” 2.0 non è più tra America e Russia, o tra Oriente e Occidente, ma è di tutti contro tutti.

160909_POL_Trump-Putin

Invece, dopo gli annunci americani ostili alla Russia, la risposta di Putin non si è fatta attendere, in perfetto stile neo-globale da epoca di Internet, usando cioè la tecnica del trolling: azioni provocatorie per mettere in imbarazzo l’avversario. Putin ha infatti concesso il passaporto russo e l’uso del rublo alle due repubbliche scissioniste di Donetsk e Lugansk, una specie di “aiuto umanitario” fatto non tanto in favore delle popolazioni stremate dalla guerra civile, ma per “trolleggiare” e stuzzicare il campo avversario.
CONTINUA A LEGGERE

Categories: Politica, Storia Tags: Tag:, , , ,